Viaggi e Turismo

 

Gli Speciali di Atacama Travel

BAJA CALIFORNIA
balene, deserto e missioni

partenza speciale: dal 08 al 18 marzo 2020

La Baja California: una striscia di deserto protesa nell'Oceano Pacifico, grandi baie e piccole lagune, dune che cambiano forma e posizione, canyons strettissimi che portano a piattaforme su massicci ricoperti di cactus. Tra gennaio e marzo giungono qui centinaia di balene che compiono il loro ciclo riproduttivo: uno degli ultimi santuari naturali della Terra. Il nostro viaggio in fuoristrada, che ripercorre anche un tratto della famosa "Baja 1000" messicana, ci porta a contatto con la natura più selvaggia e ci fa vivere l'emozione del contatto con le balene e gli altri abitanti dell'oceano.
Creature straordinarie, che più di altre possono darci un'idea di quanto sia meravigliosa e sorprendente la natura. Il romanziere Melville aveva costruito un mondo attorno alla figura di Moby Dick, ma anche la Bibbia e altra letteratura ci danno numerosi riferimenti a personaggi mitici che vivono nel “ventre di balena”. L'osservazione delle balene spinge ogni anno migliaia di persone a spostarsi da un capo all'altro della terra, per non rinunciare all'emozione di uno spettacolo unico. E la Baja California offre alcuni dei posti più belli del mondo in cui vivere un'indimenticabile esperienza a diretto contatto con questi incredibili cetacei. Ogni anno, infatti, le balene grigie compiono una migrazione anche di 10.000 km per spostarsi dal Mare di Bering, dalle coste dell'Alaska e della provincia canadese della British Columbia, fino alle tiepide acque della Baja California. Possono essere avvistate pressoché ovunque lungo la costa pacifica, ma il vero spettacolo e di gran lunga il più emozionante è quello di poterle vedere da vicino, navigando nelle varie lagune, veri e propri laghi salati, dove le balene stesse decidono di soggiornare con piacere. Se si esce in mare in cerca delle balene, da gennaio a marzo, si può star certi che in Baja California non si avranno delusioni. E la stagione delle balene, se il clima è propizio, può prolungarsi anche fino a metà aprile. Il governo messicano è molto attento e impegnato nella salvaguardia delle balene nonché nel monitoraggio dei flussi migratori, ricevendo per questo anche riconoscimenti a livello internazionale. I migliori luoghi d'avvistamento, da nord verso sud, sono la Laguna Ojo de Liebre, la Laguna di San Ignacio e la Laguna di Bahìa Magdalena, che offrono ai cetacei un ambiente ideale in cui accoppiarsi, dare alla luce i piccoli e allevarli. In genere per andare ad avvistare le balene in queste lagune si affitta una imbarcazione per un tempo di 4/5 ore, tenendo bene a mente che la temperatura al mattino durante la navigazione nel Pacifico richiede un abbigliamento appropriato. La Laguna Ojo de Liebre, immediatamente a sud di Guerrero Negro è il luogo in cui statisticamente si concentra il maggior numero di balene. La Laguna di San Ignacio, anch'essa molto frequentata, è probabilmente il posto più incantevole e suggestivo. Altrettanto suggestiva, nel sud, la laguna di Bahìa Magdalena.

 
Il viaggio
1° giorno:
Italia - Los Angeles
Partenza dall’Italia per Los Angeles, via Londra. Arrivo e pernottamento in hotel nei pressi dell’aeroporto.
2° giorno:
Los Angeles - Loreto 
Volo per Loreto. Arrivo a Loreto, ritiro dell'auto a noleggio e trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate e tempo a disposizione. Cena libera e pernottamento. Considerato uno dei più antichi insediamenti della Baja California Sur, Loreto deve la sua origine al Gesuita Juam Marìa Salvatierra che giunto su questa costa il 19 Ottobre 1697 vi fondò la prima missione della regione, la Missione di Nostra Signora di Loreto. E' da qui che il cristianesimo fu poi pacificamente introdotto nelle californie. Per lungo tempo Loreto fu il centro religioso ed amministrativo dell'intera California Spagnola. L'ampio territorio di cui era capitale si estendeva dall'estremo sud dell'attuale penisola della Baja California fino a quello che oggi è conosciuto come Oregon State, negli Stati Uniti. Nel 1829, tuttavia fu così seriamente danneggiata da un uragano che fu presa la decisione di trasferire la capitale a La Paz. Loreto sprofondò nell'anonimato da cui uscì grazie alla costruzione della Transpeninsular ed all'arrivo del turismo. Nonostante questo Loreto è riuscita a mantenere la sua piacevole atmosfera di cittadina di provincia. Oltre alla chiesa che sorge nel cuore della città, degno di nota, oltre che di una visita è l'adiacente piccolo Museum of the Missions dove viene raccontata la storia delle missioni in Baja California.
3° giorno:
Loreto - Santa Rosalia
(km 200)
Dopo la prima colazione in hotel si parte per l'escursione a Isla Coronado, habitat di leoni marini e pellicani marroni. Lunch-box incluso al sacco sulla spiaggia. Nel pomeriggio ci si lascia alle spalle le grandi estensioni di cactus e proseguendo verso nord si supera Bahia Conception, e si arriva a Santa Rosalia. Sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento. Santa Rosalia è una cittadina di circa 12.000 abitanti, situata tra due altipiani affacciati sul Mare de Cortéz, visse il suo momento di splendore quando nella seconda meta del XIX° secolo (1868) nella zona vengono trovati grossi giacimenti di rame. Nel 1885 una compagnia francese, la “Compañia El Boleo” acquistò i diritti per lo sfruttamento dei giacimenti dal governo messicano. 600 km di gallerie furono scavati, 30 km di ferrovia, per il trasporto del rame estratto dalla zona delle miniere al porto, furono costruiti. Dette impiego, oltre alla popolazione locale, anche a Nativi Yaqui, a messicani provenienti dallo Stato di Sonora ed a lavoratori asiatici. Si arrivò ad estrarre 10.000 tonnellate di rame all'anno. Le miniere consentirono una ricca estrazione fino al 1954, quando alcune di esse iniziarono ad esaurirsi. Il terreno della concessione fu restituito al governo messicano che continuò a far estrarre il rame fino al 1985, anno in cui l'attività d'estrazione fu definitivamente interrotta. Delle costruzioni e delle installazioni presenti in città sin dall'apertura delle miniere, oggi è possibile ancora ammirare, l'alta ciminiera, gli alti cumuli di materiale di scarto della lavorazione del rame, la fonderia, le la torre di carico nel posto. Lungo le vie della città fanno bella mostra locomotive, carrozze, e carrelli per il trasporto del rame. La compagnia inoltre importò una caratteristica, quanto originale, architettura francese ammirabile sia nell'impianto originale dalla città quanto nella zona sviluppatasi sull'altipiano e denominata Mesa Francia. E' qui che si possono ammirare i più bei esempi di questa architettura: l'hotel Francés, fondato nel 1886 e l'antico edificio che ospitava l'amministrazione della compagnia e che oggi è sede del Museo Històrico Minero. Altra testimonianza del passato storico della città è la Chiesa di Santa Barbara di Santa Rosalia. Disegnata nel 1887 da Gustave Eiffel per partecipare all'Esposizione di Parigi del 1889 dove vinse il secondo premio. La chiesa, completamente costruita in ferro, fu acquistata da alcuni dirigenti della “Compañia El Boleo” che qui la fecero trasportare e ricostruire nel 1897.
4° giorno:
Santa Rosalia – Guerrero Negro
(km 220)
Prima colazione in hotel. Il percorso attraversa la secca zona vulcanica di Las Virgenes, il deserto del Vizcaino e giunge alla Laguna Ojo de Liebre per la prima uscita in barca per l'osservazione della Balena Grigia. Ogni anno, in inverno, migliaia di balene grigie giungono nelle calde acque della Bassa California perchè la nascita dei balenotteri avvenga nelle riparate lagune del Pacifico. Abili “lancheros”, rendono possibili incontri ravvicinati con questi mansueti giganti del mare. Proseguimento per Guerrero Negro e sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.
5° giorno:
Guerrero Negro – Laguna San Ignacio
(230 km)
Prima colazione in hotel. Al mattino si raggiunge San Ignacio, la seconda oasi della zona, per una breve visita al Museo delle Pitture Rupestri. Proseguimento su pista sterrata fino al campo tendato, postazione di un gruppo di biologi provenienti da diversi Paesi, che, ogni anno si ritrovano in questo periodo per gli studi sulla Balena Grigia. Arrivo e prima uscita in barca per un nuovo straordinario incontro coi cetacei giganti. Cena. Pernottamento in tenda.
6° giorno:
Laguna San Ignacio – Loreto
(350 km)
Dopo la prima colazione in hotel, partenza per una nuova uscita in barca per il whale-watching nelle acque della Laguna, dichiarata dal Governo Federale “Rifugio naturale delle balene grigie”, dove i grandi cetacei, essendo molto protetti, non temono l'uomo e spesso si avvicinano tanto da farsi accarezzare. Pranzo incluso. Nel primo pomeriggio, partenza per Loreto via San Ignacio e Mulege. Visiteremo il Museo della Missione di San Ignacio, che riproduce a grandezza naturale le pitture rupestri presenti nella Sierra di San Francisco, e la storia della Baja California. Proseguimento per Mulege, piccolo villaggio abitato da circa 3.000 persone, che, come San Ignacìo, è un'oasi sorta lungo le rive di un fiume a poca distanza dal Mar di Cortéz. Situata in una valle ricca di palme e bouganvillas multicolori, questo luogo meraviglioso fu scoperto dal gesuita Juan María de Salvatierra, che nel 1705 vi fondò la Missione di Santa Rosalía. Oggi dell'antica Missione resta solo la Chiesa di Santa Rosalìa di Mulegé, visitabile sulla sommità di una collina rocciosa da cui domina il villaggio e da cui si gode un bellissimo panorama dell'abitato parzialmente nascosto dalle rigogliose palme. Sul lato di un'altra collina è possibile ammirare il bianco fortilizio che un tempo ospitava le prigioni della città. Proseguimento per Loreto, arrivo e sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento.
7° giorno:
Loreto - La Paz
(360 km)
Prima colazione. Giornata di trasferimento verso La Paz. La città, fondata nel 1535 dal conquistador Hernan Cortéz, è la capitale della Baja California Sur dal 1829. Affacciata su una splendida baia, è punto di partenza per la scoperta delle incantevoli spiagge di Pichilingue, Balandra e Tecolote situate a nord della città.
8° giorno:
La Paz
Dopo la prima colazione in hotel, ci trasferiamo fino alla punta est della baia di La Paz, costeggiando foreste di cactus e baie turchesi , per imbarcarci alla volta dell' isola Espiritu Santo, un'incantevole isola desertica, circondata da spiagge di sabbia bianca e fine dove si potrà nuotare con i leoni marini, le otarie e gli elefanti di mare. Un'esperienza indimenticabile (maschere e pinne a disposizione gratuita). Pranzo al sacco su una delle spiagge dell'isola. Ritorno a La Paz nel pomeriggio e tempo a disposizione. Cena libera e pernottamento.
9° giorno:
La Paz - Cabo San Lucas 
(160 km)
Dopo la prima colazione, partenza Cabo San Lucas, con sosta nella piccola cittadina di Todos Santos. Affacciato sull'Oceano Pacifico, questo villaggio si trova poco al di sotto del Tropico del Cancro e gode di un clima piacevole tutto l'anno, con temperature che oscillano tra i 20°C e i 30°C. Intorno all'abitato si trovano piante di mango, papaya ed altre specie tropicali. Todos Santos ha un'atmosfera tipicamente messicana: gli abitanti sono sereni e cordiali e lo stile di vita è semplice e tranquillo. Proseguimento e arrivo in serata a Cabo San Lucas. Cena libera. Pernottamento.
10° giorno:
Cabo San Lucas - Italia
Colazione libera. Trasferimento in aeroporto e partenza per il rientro. Psti e pernottamento a bordo.
11° giorno:
Italia
Arrivo in Italia e termine del viaggio.
IMPORTANTE
- il programma potrebbe subire delle variazioni, anche in corso di viaggio, senza modificare il contenuto delle visite.

DOCUMENTI E VISTO:
A partire dal 12 gennaio 2009 il Dipartimento di sicurezza nazionale degli Stati Uniti (Department of Homeland Security - DHS) ha introdotto un sistema elettronico per l'autorizzazione dei viaggi negli U.S.A. denominato ESTA (Electronic System for Travel Authorization). Questa procedura consentirà alle autorità degli Stati Uniti di vagliare in anticipo tutti coloro che entreranno nel loro territorio attraverso il programma "Viaggio senza Visto" (Visa Waiver Program). L'autorizzazione ESTA si ottiene esclusivamente collegandosi al sito internet del dipartimento di sicurezza nazionale degli Stati Uniti al seguente indirizzo: https://esta.cbp.dhs.gov
A partire dall'8 settembre 2010 i viaggiatori dei paesi aderenti al "programma senza visto" (Visa Waiver Program) dovranno pagare l'importo di $14 all'atto della richiesta dell'autorizzazione ESTA. Tale pagamento dovrà essere effettuato tramite carta di credito al momento della richiesta sul sito https://esta.cbp.dhs.gov Al termine della compilazione della domanda, il sistema normalmente fornisce una conferma immediata circa l'eleggibilità a viaggiare ai sensi del programma "Viaggio senza Visto".
Vi sarà fornito il codice ESTA che vi consigliamo di stampare e conservare con cura perché la compagnia aerea potrebbe chiedervi di esibirlo prima dell'imbarco. L'autorizzazione ESTA ha una validità di due anni, a meno che il passaporto del viaggiatore non scada nel frattempo e consente ingressi multipli negli Stati Uniti; ma non sarà una garanzia circa l'ammissibilità negli Stati Uniti. L'approvazione da parte dell'ESTA autorizza il passeggero, che viaggia ai sensi del programma "Viaggio senza Visto", soltanto ad imbarcarsi su un volo diretto verso gli Stati Uniti. Sarà poi il funzionario del DHS Customs and Border Protection (CBP), alla frontiera, a pronunciarsi circa la possibilità d'ingresso negli Stati Uniti.
Le sistemazioni
LOS ANGELES: Hilton Los Angeles Airport solo pernottamento  
LORETO
: Posada de las Flores pernottamento e prima colazione
LA PAZ:
Hotel Catedral pernottamento e prima colazione
SANTA ROSALIA:
Hotel Frances  pernottamento e prima colazione
GUERRERO NEGRO
: Hotel Los Caracoles  pernottamento e prima colazione
LAGUNA SAN IGNACIO
: Ecoturismo Kuyma pensione completa
CABO SAN LUCAS
: Hotel Villas del Palmar  solo pernottamento

N.B. le sistemazioni sono indicative e potrebbero essere sostituite con altre di pari categoria
I veicoli

Il motore di Suburban è il potente EcoTec3 V8 5,3 litri da 355 CV e 519 Nm di coppia massima usato nei pickup leggeri Chevrolet che, oltre a essere efficiente grazie al sistema Active Fuel Management®, garantisce una capacità di traino fino a 3765 kg. La trasmissione è automatica a sei rapporti con modalità carico/traino, le opzioni di trazione sono 2WD o 4WD e le sospensioni premium ultraleggere ma ugualmente rigide sono state pensate anche per ridurre i consumi. Chevrolet Suburban offre dotazioni di sicurezza avanzate per aiutare a prevenire possibili incidenti e per proteggere e rispondere nell’evento di una collisione. E grazie alla tecnologia Teen Driver è possibile avere un reporting integrato delle proprie performance di guida sicura e di quelle di conducenti neo-patentati.

 

Jeep WranglerLa Jeep Wrangler è una delle vetture fuoristrada open-air più famose del mondo. In ragione dell'enorme domanda del mercato automobilistico civile, l'American Motors Corporation (AMC), proprietaria del marchio Jeep all'epoca, decise nel 1987 di lanciare la Jeep Wrangler. In qualità di erede diretta delle capostipiti Jeep "Willys2 e "CJ", questa simbolizzava come nessun'altra automobile l'esigenza di libertà, divertimento e voglia di vivere del suo proprietario. Diversamente dalle fuoristrada militari, la Jeep Wrangler possedeva, fra le atre cose, fari più grandi, una ruota di scorta sul portellone posteriore ed un coperchio esterno per il serbatoio. Comfort, qualità di guida e design del veicolo vennero migliorati e contemporaneamente furono mantenute la resistenza alle sollecitazioni e le qualità di fuoristrada. Dal 2007 viene prodotto anche il modello Wrangler JK, mentre nel 2011 è disponibile anche una versione a 4 porte, più lunga e con maggior capacità di carico ed abitabilità, la Wrangler Unlimited.


N.B. le sistemazioni sono indicative e potrebbero essere sostituite con altre di pari categoria

Quote e Partenze

viaggio 11 giorni / 9 notti
minimo 6 partecipanti

partenza speciale
08 marzo 2020
Prezzi per persona
"a partire da"
*
 in camera doppia suppl. singola
Quota individuale di partecipazione
base 6 partecipanti, con auto Suburban
€ 2.940 € 720
ONERI AGGIUNTIVI:
Tasse aeroportuali: circa € 390 (soggette a possibili variazioni senza preavviso)
Quota individuale gestione pratica: € 70
Polizza medico/bagaglio/annullamento: quotazione su richiesta

* NOTE IMPORTANTI:
- la quota è soggetta ad eventuale adeguamento valutario fino a 20 giorni prima della partenza (cambio applicato di 1 € = 1,12 USD)
- la quota è stata calcolata utilizzando una tariffa aerea speciale a disponibilità di posti limitata da riconfermare in fase di prenotazione;

Incluso ed escluso

La quota comprende:
• voli aerei in classe economica da e per l'Italia
• volo Los Angeles/Loreto in classe economica (bagaglio in stiva da pagare in loco)
• 1 notte a Los Angeles in camera doppia in solo pernottamento
• 8 notti in Baja California come da programma in camera doppia
• le escursioni in barca citate nel programma: Isla Coronado, Ojo de Liebre; 2 uscite in Laguna San Ignacio,  Isla Espiritu Santo
• noleggio fuoristrada (i veicoli indicati potrebbero essere sostituiti da altri modelli similari) con copertura totale senza franchigia
• tasse e percentuali di servizio locali sui servizi a terra
• assistenza in loco di personale dei nostri corrispondenti locali
• polizza medico/bagaglio standard (massimale spese sanitarie € 20.000 a persona)

La quota NON comprende:
• tasse aeroportuali nazionali/internazionali e locali
• bagaglio in stiva sul volo Los Angeles-Loreto, da pagare in aeroporto (ca. 25 USD a collo)
• escursioni facoltative non inserite nel programma
• bevande ai pasti ed extra
• ESTA, obbligatorio transitando dagli USA
• eventuali assicurazioni supplementari per le auto stipulabili solo in loco
• assicurazione medico/bagaglio/annullamento, su richiesta
• quota individuale di gestione pratica
• tutto quanto non indicato in programma o alla voce " La quota comprende "
 

Invia questa proposta di viaggio ad un amico...

Per informazioni o prenotazioni scrivi ad atacama@atacama.it

oppure chiama i nostri operatori al numero 030 8922696

  

COPYRIGHT © 2012 Atacama Travel