Viaggi e Turismo

 

PERU' IN FUORISTRADA

 
Il mondo delle Ande, terra da scoprire -
Viaggio di 22 giorni

PERU’ IN FUORISTRADA

Come definire il Perù se non una magica alchimia tra capolavori umani e bellezze naturali. Nulla é monotono e scontato in questa meravigliosa terra abitata da gente semplice, erede di un passato glorioso. Le prime culture dominanti in Perù furono quella Chavin e quella Paracas. Verso i secoli III e IV spiccarono la cultura Mochica nel Nord, particolarmente importante per la sua oreficeria, e la cultura Nazca, famosa per la sua ceramica. Nel secolo XIII si sviluppò l'Impero Incaico con il suo apogeo nella città di Cusco e la sua cultura ancora oggi radicata nei villaggi andini. Tutte queste culture hanno lasciato in Perù un tesoro straordinario di architetture, oreficeria, lavorazione dei tessuti e ceramica. Dopo la conquista degli spagnoli l'architettura e l'arte subirono l'influenza coloniale, visibile ancora oggi nei magnifici altari scolpiti in legno, con ornamenti d'argento e nelle belle sculture e pitture sparse in tutto il territorio. Il Perù possiede molti enigmi del passato che non sono mai stati risolti e continuano a costituire un mistero. Tra questi i disegni di Nasca non ancora interpretati con certezza. Si mantengono inoltre le tradizioni e le feste antiche, dando alla nazione una ricchezza folclorica ineguagliabile.
 

IL VIAGGIO

 
Un itinerario straordinario in Perù, tutto via terra, realizzato con mezzi fuoristrada attraverso le Ande Centrali e gli altipiani desertici di alta quota, alla scoperta di paesaggi e genti altrimenti non raggiungibili.
Il percorso alterna la visita di città e luoghi turistici a situazioni e realtà sconosciute, un'interessante opportunità di conoscere l'autentica quotidianità andina.
L'organizzazione prevede un tour leader peruviano parlante italiano per tutto il tour. Hotel di differenti categorie e i migliori esistenti a Huancayo, Huancavelica, Ayacucho e Abancay. E' garantita l'assistenza delle migliori guide parlanti italiano, dove disponibili.
Assistenza H24 per tutto il viaggio.  

Gli itinerari sono effettuati con mezzi fuoristrada di standard peruviano: Pick Up (3 passeggeri), non sempre sono in grado di garantire uno standard adeguato alle aspettative occidentali. Il viaggio proposto prevede lunghi trasferimenti su strada asfaltata e su piste sterrate e polverose, anche ad altitudini elevate e in condizioni climatiche a volte disagevoli. Durante i trasferimenti consigliamo di consumare pasti veloci, per poi rilassarsi alla sera con cene calde in ristoranti locali o in hotel. I percorsi sulle Ande sono caratterizzate da continui sali e scendi, con parecchi tornanti anche a quote elevate. Per questo Vi consigliamo di consumare pasti leggeri durante il giorno per evitare problemi di affanno e di digestione.  

Percorrere strade a volte dissestate può comportare dei contrattempi e danni meccanici ai mezzi di trasporto. Le altitudini elevate e la conseguente rarefazione dell'aria rallentano l'andatura dei mezzi anche dovuta a continui problemi di carburazione. Per questo anche le distanze più modeste possono comportare numerose ore di viaggio. A Cusco e in Valle Sacra e ad Arequipa i trasferimenti per le visite vengono effettuate in pulmino.

E' previsto un autista parlante italiano, un vero e proprio tour leader che conosce bene il percorso e la cultura peruviana e che saprà valorizzare la scoperta di questo Paese fantastico (gli altri autisti sono parlanti spagnolo). Durante il viaggio l'equipaggio ruoterà così da garantire a tutti i partecipanti i medesimi servizi.

Durante le tappe di trasferimento
consigliamo di consumare pasti veloci, per poi rilassarsi alla sera con cene calde in ristoranti locali o in hotel.

Consigliamo di prevedere un bagaglio contenuto nelle dimensioni e nell'ingombro: sacca robusta/valigia preferibilmente non rigida, possibilmente con lucchetto.

   

ASPETTI SALIENTI

 
• I maestosi paesaggi andini, la Valle del Colca e la Valle dell'Urubamba, l'isola di Taquile e la sponda orientale del lago Titicaca, la regione del deserto di Ica, la Riserva Naturale di Paracas e le Isole Ballestas
• Le testimonianze delle civiltà precolombiane Huari, Paracas, Nasca e Inca
• Arte e architettura coloniale
• Tipici villaggi, cittadine e mercati nelle regioni di Ayacucho e Apurimac
• Il mondo degli indios Quechua e Aymarà: costumi, tradizioni e folclore.

 

IL FUORISTRADA


Esempio di pick-up 4x4 utilizzati nel viaggio:

Toyota Hilux, con motorizzazioni turbodiesel che permettono di avere massime prestazioni sempre.  Il motore D-4D da 3.0 litri e 171 CV offre un'incredibile coppia di 343 Nm a 1400-3200 giri/min (con cambio manuale) e 360 Nm a 1400-3200 giri/min (con cambio automatico), con una massa rimorchiabile pari a 2250 kg, facendo fronte brillantemente anche ai carichi più impegnativi. La notevole capacità di carico del nuovo modello, unita a sospensioni anteriori a doppio braccio oscillante e molle a balestra per il posteriore, confermano Hilux il mezzo ideale sia nel lavoro che nel tempo libero.
 

IL PERU'


Gradisci altre informazioni sul viaggio in Perù? clicca qui

Gradisci informazioni sulle localita'?
 
HANNO SCRITTO DEI NOSTRI VIAGGI IN PERU'...

IL PROGRAMMA
1° giorno
Italia / Lima
Partenza dall'aeroporto di Milano Malpensa con volo di linea per Lima, via scalo internazionale. Arrivo, incontro il rappresentante locale e trasferimento in Hotel. Pernottamento.
2° giorno
Lima - Tarma
 

Prima colazione in Hotel. Partenza con mezzi fuoristrada alla scoperta del Perù. Il percorso, su strada asfaltata, dalla periferia di Lima costeggia la vecchia ferrovia che fino al 1998 ha prestato servizio da Lima a La Oroya. Raggiunto il passo La Cima, a 4.843 metri di quota, nel suggestivo panorama dei primi rilievi delle Ande Centrali, si discende sino al villaggio di La Oroya e si prosegue lungo la stretta vallata del Rio Mantaro. Arrivo nel tardo pomeriggio alla città di Tarma (240 km – circa 5 ore), posta a 3270 metri di quota, ai margini della foresta amazzonica. Sistemazione in Hotel e visita di San Pedro de Caja e della grotta di El Guayapo. Pernottamento.

3° giorno
Tarma - Huancayo
 

Prima colazione in Hotel. Al mattino visita della cittadina e proseguimento per il sito incaico di Tarmatambo. Proseguimento per Huancayo, città andina posta a 3.270 metri di quota, lungo il percorso visita del Convento Santa Rosa di Ocopa (XVIII Sec.), il centro francescano sulle Ande peruviane che per decenni è stato il punto di riferimento per i missionari, prima spagnoli e poi peruviani, nell'evangelizzazione del Perù e della foresta peruviana. Il convento custodisce nella propria biblioteca circa 20.000 opere e oggetti antichi. Sistemazione in Hotel. Pernottamento

4° giorno
Huancayo - Huancavelica

 

Prima colazione in Hotel. Visita del mercato (solo la domenica) di Huancayo. Partenza per Huancavelica (circa 3 ore) posta a 3.670 metri di quota, nel panorama della Cordillera Central (il trasferimento può essere effettuato a bordo del Tren Macho, quando operativo). Arrivo e visita delle chiese del 1700. Sistemazione in Hotel, pernottamento.

5° giorno
Huancavelica - Ayacucho


 

Prima colazione in Hotel. Si discende nella valle del Rio Mantaro e si prosegue per la città di Ayacucho (245 Km - circa 4 ore), posta a 2.760 metri di quota. Conosciuta come la città delle chiese, Ayacucho è tra le città più folcloristiche del Perù. Visita del mercato coperto e di alcune chiese barocche: la cattedrale, la Compania di Gesù, San Francesco d'Assisi, Santo Domingo e Santa Clara. Escursione alle rovine preincaiche di Wuari (450/900 d.C.). Sistemazione in Hotel, pernottamento.

6° giorno
Ayacucho - Andahuaylas
 

Prima colazione in Hotel. Proseguimento del viaggio attraverso paesaggi grandiosi e villaggi dove le tradizioni andine sono ancora radicate. Si risalgono passi in quota (4.000 mt s.l.m.) e si percorrono altipiani per raggiungere il distretto di Apurimac e la cittadina di Andahuaylas (260 km - circa 7 ore), posta a 2850 metri di quota. Sistemazione in Hotel, pernottamento.

7° giorno
Andahuaylas - Cusco

 

Prima colazione in Hotel. Costeggiando la Laguna Pacucha si percorre un altipiano per poi discendere nella valle di Abancay, dove si riprende la strada asfaltata che collega Nasca a Cusco. Risalendo il colle di Sayhuite (3.900 mt s.l.m.), nel panorama della Cordillera Vilcabamba, si visita la pietra inca. Si percorre la valle del Rio Limatambo prima di risalire l'altipiano di Anta e raggiungere la città di Cusco (335 km - circa 8 ore). Pernottamento in Hotel.

8° giorno
Cusco

Prima colazione in Hotel. Posta a 3.350 metri di quota, Cusco, che in lingua Quechua si traduce in "l'ombelico del mondo", è la capitale dell'Impero Inca. I siti archeologici, i tesori dell'epoca coloniale, i mercati colorati e le chiese barocche, fanno di Cusco la città più affascinante del Sud America. Visita del centro coloniale ed escursione ai siti archeologici nei dintorni: i centri cerimoniali di Tambomachay e Quenqo e la fortezza di Sacsayhwaman. Pernottamento in Hotel.

9° giorno
Cusco - Valle Sacra - Machu Picchu
 

Prima colazione in Hotel. Escursione in pullmino nella valle del Rio Urubamba (40 km), che per la sua fertilità e bellezza fu considerata sacra dagli Incas. Visita di Pisac (19 km) dove ormai tutti i giorni si svolge il turistico mercato di artigianato andino nella piazzetta del pueblo. Visita delle rovine incaiche di Pisac situate in cima ad una collina all'entrata della valle. Partenza per Ollantaytambo (19 km) per visitare il pueblo e le rovine della bella fortezza incaica, l'ultimo baluardo di resistenza di Manco Inca, di fronte al “conquistador” Francisco Pizarro. Al termine si prosegue a piedi alla stazione ferroviaria per la partenza con il trenino che conduce a Machu Picchu Pueblo. Il percorso dura 1 ora e 45 minuti circa. Arrivo nel piccolo e caotico villaggio posto a 2.040 metri di quota, sorto attorno ai binari della ferrovia, con negozi e bazar per turisti, pub e ristoranti di ogni genere. Proseguimento a piedi per raggiungere l'Hotel. Pernottamento.

Importante: A bordo dei treni da/per Machu Picchu Pueblo è consentito solamente il trasporto di un bagaglio a mano (zaino o piccola borsa, del peso massimo di 5 kg). Prevedere pertanto un bagaglio a mano con il necessario per l'escursione a Machu Picchu.  

Siete pregati di leggere attentamente le norme di comportamento per la visita di Machu Picchu, riportate nelle Informazioni Utili che vi saranno consegnate ad inizio viaggio.

NB: L'ingresso a Huayna Picchu non è compreso. Chi fosse interessato deve farne richiesta all'atto della prenotazione.

10° giorno
Machu Picchu - Valle Sacra

"All'improvviso ci trovammo in mezzo a una serie di costruzioni ricoperte dalla selva. I muri erano di un bel granito bianco, meravigliosamente tagliati e lavorati in maniera da unirsi perfettamente senza bisogno di cemento. Il sito era una sorpresa dopo l'altra: ci rendemmo presto conto che ci trovavamo nel bel mezzo delle rovine più meravigliose che fossero mai esistite in Perù". (24 luglio 1911, Hiram Bingham scopre Macchu Picchu)

Al mattino presto si risale in pulmino il colle che porta alle rovine di Machu Picchu (12 km), poste a 2.350 metri di quota, per assistere al magico gioco dei primi raggi di sole che illuminano le pietre della cittadella incaica. Visita guidata del gruppo archeologico più importante del Sud America, scoperto nel 1911 dall'esploratore americano Hiram Bingham. Negli ultimi anni la ricerca sulla cittadella incaica ha dimostrato che Machu Picchu fu un “centro di studi per lo sviluppo agricolo, edilizio e astronomico” voluto da Pachacutec, il più importante sovrano inca. Al termine della visita per i più sportivi sarà possibile raggiungere in circa 1 ora di cammino la Porta del Sole, “Inty Punku” in lingua quechua, l'ingresso a Machu Picchu dal mitico "Camino Inca", da dove si ammira uno splendido panorama della cittadella e della foresta circostante. Rientro a Machu Picchu Pueblo e partenza con il treno per Ollantaytambo. Arrivo e trasferimento in Hotel. Pernottamento. 

11° giorno
Moray - Maras - Chincheros - Cusco

 

Prima colazione in Hotel. Percorrendo il panoramico altipiano di Cusco sovrastato dal Nevado Salkantay (6.271 m), si visita il villaggio andino di Chincheros, con il mercato artigianale (solo la domenica). Nella chiesetta coloniale (non sempre aperta al pubblico), si potranno osservare interessanti dipinti e affreschi del 1700, risalenti della celebre scuola di pittura coloniale cusqueña. Visita dei vivai di Moray, che gli ultimi scavi hanno dimostrato essere un centro di produzione e lavorazione per liofilizzare le patate e renderle facilmente trasportabili in tutto il Tawantinsuyo e, al termine, le spettacolari saline incaiche di Maras, ricavate sul pendio di una montagna, ancora oggi utilizzate dagli abitanti del villaggio per l'estrazione del sale. Proseguimento per Cusco e tempo a disposizione nella città più bella del Sud America. Pernottamento in Hotel.

12° giorno
Cusco - Puno

 

Prima colazione in Hotel. Ripresi i mezzi fuoristrada si prosegue il viaggio attraverso gli altipiani e le vallate della Cordillera Vilcabamba per raggiungere Puno (390 km - circa 8 ore). Lungo il percorso visita della chiesa di Andahuaylillas con affreschi settecenteschi e del tempio preincaico di Viracocha. Dal passo La Raya (4.300 mt s.l.m.) si discende l'altipiano fino a Puno (3.800 mt s.l.m.) sulle rive del Lago Titicaca, lungo il percorso deviazione per il panoramico Canyon Tinajani. Pernottamento.

13° giorno
Lago Titicaca (Isola di Taquile)
 

Prima colazione in Hotel. Secondo la leggenda andina, dalla schiuma del Lago Titicaca emersero Manco Kapac e Mama Ocllo, i capostipiti della dinastia del Sole. Insieme partirono verso nuovi territori sulle Ande dando origine alla cultura e alla storia del popolo Inca. Visita delle isole galleggianti di totora nella Baja di Juli, dove un tempo viveva il popolo “Uros”, di cultura Aymara. Purtroppo oggi le isole sono diventate una discutibile attrazione turistica. Proseguimento della navigazione sul Lago Titicaca per raggiungere l'Isola di Taquile (3 ore di navigazione), posta nel mezzo del Lago Titicaca. Dall'attracco si risale un sentiero, tagliato nei terrazzamenti coltivati, che conduce al pueblo di Taquile (3.950 mt s.l.m.); consigliamo di risalire lentamente per evitare affanni inutili. Tempo a disposizione per conoscere il popolo che ha conservato le tradizioni incaiche, nel maestoso paesaggio del Lago Titicaca e delle montagne innevate della Cordillera Real. Rientro in navigazione a Puno e trasferimento in Hotel. Pernottamento.

14° giorno
Puno - Chivay
 

Prima colazione in Hotel. Partenza per Juliaca; lungo il percorso visita della necropoli di Sillustani, di epoca Tiahuanaco. Proseguimento del viaggio attraverso la puna, altipiano di alta quota. Dalla laguna di Lagunillas si discende a Canahuas dove si devia per risalire il passo di Patapampa (4.910 mt s.l.m.). La discesa per il canyon del Rio Colca (3.350 mt s.l.m.) attraversa i terrazzamenti incaici ancora utilizzati dai contadini per coltivare mais e patate. Arrivo a Chivay (320 km - circa 6 ore) e sistemazione in Hotel. Pernottamento.

15° giorno
Canyon del Colca - Arequipa

Prima colazione in Hotel. Escursione alla Cruz del Condor per osservare il profondo Canyon (3.000 m.) e il maestoso volo del condor, il simbolo del mondo andino. Visita dei villaggi con le chiesette coloniali e la gente vestita di splendidi costumi tradizionali. Nel pomeriggio proseguimento per Arequipa (175 Km – circa 3 ore), citta sovrastata dai vulcani Misti (5.822 m) e Chachani (6.057 m). Pernottamento.

16° giorno
Arequipa

Prima colazione in Hotel. Mattinata dedicata alla visita della bella città coloniale di Arequipa, “la ciudad blanca”, circondata dagli imponenti vulcani Misti (5.822 mt) e Chachani (6.075 mt) che sovrastano l'ampia vallata in una cornice suggestiva. Visita della bella Plaza de Armas, della Cattedrale (visitabile in forma individuale e non con guida) e delle interessanti chiese barocche, del Monastero dei Gesuiti e del Monastero di Santa Caterina, importanti testimonianze di architettura coloniale, tra le meglio conservate del Perù. Escursione al "Mirador de Yanahuara" da dove si osserva il panorama della città e dei vulcani circostanti; al rientro visita ai terrazzamenti preincaici di Chilina. Pomeriggio a disposizione per visite individuali e shopping. Suggeriamo la visita del Museo dove è conservata una mummia preincaica, “Juanita”.
Pernottamento.

17° giorno
Arequipa - Nasca

Prima colazione in Hotel. Si discende l'altipiano fino alla cittadina di Camanà da dove si percorre la Panamericana, in direzione nord, per raggiungere la città archeologica di Nasca (560 km - circa 9 ore), nel paesaggio desertico che taglia la costa dell'Oceano Pacifico. Pernottamento.

18° giorno
Nasca - Ica - Paracas

Prima colazione in Hotel. Tempo a disposizione per il sorvolo facoltativo delle linee di Nasca. Visita del gruppo archeologico di Los Paradones e degli acquedotti incaici. Partenza per Ica (140 km), la città delle grandi dune di sabbia, nel deserto costiero del sud del Perù e proseguimento per Paracas lungo il Tablazo de Ica lungo la pista che costeggia il mare (65 km ca). Sistemazione in Hotel. Pernottamento.

19° giorno
Paracas – Lima

Prima colazione in Hotel. Escursione in barca a motore alle Isole Ballestas, anche chiamate le “isole del guano” e considerate le Galapagos del Perù. Sui faraglioni e lungo le spiagge degli isolotti si possono osservare le numerose colonie di otarie, leoni marini, pinguini, sule, cormorani e altre specie di uccelli. Al termine proseguimento per Lima (250 km – circa 3 ore e 30 min.). Sistemazione in Hotel. Pernottamento.

20° giorno
Lima - partenza per l'Italia

Prima colazione in Hotel. Visita della Lima coloniale e dei quartieri moderni. Nel pomeriggio visita del Museo di Archeologia e Antropologia e trasferimento in aeroporto per la partenza  con il volo di rientro in Italia, via scalo internazionale. Pasti e pernottamento a bordo.

21° giorno
Arrivo in Italia
Arrivo in Italia e termine del viaggio


Per ragioni tecnico organizzative il percorso potrà essere variato
garantendo comunque la visita di tutte le località e le escursioni citate.

note


Escursione sul lago Titicaca: L'escursione si realizza con una imbarcazione veloce che consente di ridurre il tempo di navigazione fino all'isola di Taquile e permette di avere maggior tempo a disposizione per visite e passeggiate sull'isola. Fino a 9 partecipanti, il servizio prevede la presenza di altri turisti e di guida parlante spagnolo/inglese.

• In relazione al giorno e all'ora di arrivo a Lima o a cambiamenti di operatività dei voli interni la sequenza delle visite nell'area di Cusco può subire variazioni per consentire il sostanziale rispetto del programma.

• Segnaliamo che la mummia Juanita esposta nel museo di Arequipa potrebbe essere, per motivi di restauro e conservazione, sostituita in alcuni periodi del l'anno con un'altra mummia rinvenuta nello stesso sito.

Sorvolo delle linee di Nasca: è possibile scegliere liberamente di effettuare il sorvolo, prenotandolo e pagandolo direttamente in loco. E' importante sapere che l'escursione è subordinata alle condizioni atmosferiche locali. Durante il periodo di alta stagione (soprattutto Luglio e Agosto) può diventare difficile sorvolare per un eccesso di richiesta rispetto ai posti disponibili. Pertanto a coloro che sono particolarmente interessati segnaliamo di prenotarla

MACHU PICCHU
Importante
: Il Ministero del Turismo peruviano ha introdotto di recente il numero chiuso per regolamentare l'accesso giornaliero al Machu Picchu Sanctuary al fine di ridurre l'impatto sul fragile ambiente di uno dei siti archeologici più visitati al mondo. Vi consigliamo di prenotare il viaggio con un buon anticipo.

A bordo dei treni da/per Machu Picchu Pueblo è consentito solamente il trasporto di un bagaglio a mano (zaino o piccola borsa, del peso massimo di 5 kg.). Prevedere quindi un bagaglio a mano con il necessario per le escursioni a Machu Picchu. Siete pregati di leggere accuratamente le norme di comportamento per la visita di Machu Picchu, riportate nelle Informazione Utili.

Per l'ingresso a Machu Picchu è necessario presentare il proprio passaporto.

Il biglietto d'ingresso a Machu Picchu consente la visita del sito archeologico. Dal 15 luglio 2011 non è più incluso l'ingresso a Huayna Picchu. Il Huayna Picchu è il “monte” che sovrasta Machu Picchu, il suo nome significa Montagna Giovane (l'immagine rappresentativa della cittadella). Picco ripido, poco distante dalla spianata del sito archeologico, ha un sentiero, stretto e molto impegnativo che permette di raggiungere la vetta in circa quaranta minuti. Dalla sua cima si può ottenere una splendida visuale dell'antica città. La salita facoltativa sulla sommità del Wayna Picchu che offre uno straordinario panorama di insieme della “città perduta” degli Incas è consentita ad un numero limitato di visitatori (400 persone divise in due turni: delle ore 8 e delle ore 10) previa prenotazione dell'apposito biglietto supplementare. Vi informiamo che tale salita è impegnativa ed è elevato il rischio di incidenti, pertanto viene sconsigliata.

Affrontare questo straordinario viaggio significa vivere esperienze non abituali e sopportare alcuni disagi logistici, sicuramente accettabili, in cambio di realtà e paesaggi altrimenti non raggiungibili. Basta avere una buona condizione fisica e un sentito spirito di adattamento e collaborazione. Il resto viene da sé: il piacere di scoprire e conoscere, l'umiltà di imparare, di capire, di crescere.
  

LE SISTEMAZIONI

Esempio di hotels utilizzati:

località hotel
Lima La Hacienda Miraflores
Tarma Los Portales
Huancayo Turistas 
Huancavelica Turistas 
Ayacucho Plaza     
Cusco San Agustin El Dorado
Machu Picchu Pueblo Tierra Viva
Valle Sacra Inkallpa
Puno Jose Antonio
Colca El Refugio
Arequipa Casa Andina Select
Nazca Nazca Lines 
Paracas La Hacienda Paracas
N.B. Tutti gli hotel potranno essere sostituiti con altri similari e di pari livello.

La categoria ufficiale degli hotel in Perù in alcuni casi non riscontra gli standard internazionali e non sempre assicura le aspettative del cliente. Nelle città principali, dove la proposta ricettiva è più ampia, sono stati selezionati hotel che garantiscono un accurato servizio, un ambiente accogliente e una ubicazione privilegiata. Nelle altre località e nelle zone lontane dai circuiti turistici usuali, occorre invece adattarsi alle uniche strutture esistenti.
   
Partenze E QUOTE


21 giorni/19 notti
Trattamento come da programma

quote: su richiesta
 

quota gestione pratica: € 70

  Assicurazioni bagaglio/sanitaria/annullamento: da quotarsi in base al costo totale del viaggio
 

Incluso ed escluso

 
La quota comprende:
• Voli di linea dall'Italia a Lima e ritorno, in classe economica
• Trasferimenti da e per gli aeroporti e le stazioni ferroviarie
• Biglietti per il treno da e per Machu Picchu Pueblo, in classe turistica
• Navigazioni collettive alle Isole Ballestas e sul Lago Titicaca
• Tour con mezzi fuoristrada, autista, carburante e assistenza meccanica (per le visite ed escursioni a Cusco e dintorni i trasferimenti sono previsti in pulmino)
• Pernottamenti in camera doppia negli hotel indicati (o similari)
• Trattamento di sola prima colazione (inclusa la cena di arrivederci in ristorante tipico a Lima)
• Visite ed escursioni con ingressi ai musei e alle zone archeologiche
• Tour leader/autista peruviano parlante italiano durante tutto il tour
• Guide locali parlanti italiano, dove disponibili (Viracocha, Andahuaylillas, Nasca, Ica e Isole Ballestas guide parlanti spagnolo)
• Guida del Perù e kit da viaggio.

La quota non comprende:
• Tasse aeroportuali e fuel surcharge
• Eventuali tasse locali (potrebbero essere richieste o modificate senza preavviso dalle autorità locali)
• Sorvolo delle linee di Nasca
• Escursioni e visite facoltative, non previste in programma
• Pasti non previsti in programma, bevande, mance, extra di carattere personale
• Assicurazioni (bagaglio/sanitaria/annullamento)
• Quota gestione pratica (€ 70,00)
• Tutto quanto non espressamente indicato. 
 

 

Per informazioni o prenotazioni scrivi ad atacama@atacama.it
oppure chiama i nostri operatori al numero 030 8922696