Viaggi e Turismo


PERU'
Ferrocarril Central Andino

Viaggio in Peru: Ferrocarril Central Andino

«Il territorio del Peru’ per la sua conformazione orografica, sembra una sfida alla costruzione di una ferrovia. In questo itinerario potrete viaggiare sulle linee ferroviarie più alte del mondo e conoscere alcune tra le aree più intatte e suggestive del Perù, come le Ande Centrali e la regione di Ayacucho, oltre alle mete imperdibili di Cusco, Machu Picchu ed il Lago Titicaca..»  
       

IL PERU'


Gradisci altre informazioni sul viaggio in Perù? clicca qui

Gradisci informazioni sulle localita'?
 

IL PERCORSO IN TRENO


Viaggio in Peru: Ferrocarril Central Andino

Dal livello del mare fino alle cime delle Ande, passando attraverso ecosistemi, villaggi, insediamenti minerari e i paesaggi della cordigliera più imponenti del mondo. In Perù la linea Lima-Huancayo è considerata oggigiorno una delle meraviglie dell’ingegno umano. Qui ill Ferrocarril Central (la linea ferroviaria che attraversa la cordigliera delle Ande) percorre 66 tunnel e 59 ponti. Lo spettacolare viaggio ha inizio al livello del mare, nella stazione Desamparados di Lima. A 4829 metri di altezza si arriva al Ticlio, il più alto passo ferroviario del mondo.

Enrique Meiggs- il progettista americano- pare abbia affermato: "io poserò le rotaie fin dove possono trottare i lama". La ferrovia fu costruita tra il 1870 e il 1908 da oltre 10.000 operai. Tra di loro, cinquemila immigrati cinesi, conosciuti come coolíes, furono trasportati da Macao, mentre l’altra metà era composta da peruviani e cileni. Il lavoro in questa zona fu epico, tutti i ponti, i macchinari e gli impianti furono importati da Inghilterra, Francia e Stati Uniti, e assemblati in officine peruviane. Tuttavia, man mano che le rotaie della ferrovia risalivano la sierra centrale nascevano i primi problemi: il soroche (o male d’altitudine), la carenza di alimenti e le malattie -come la temibile "verruga"- decimarono gli operai. Per superare tutta questa serie di inconvenienti, Enrique Meiggs assunse operai nativi, che si adattavano meglio all’altitudine.

Tabella delle altezze e delle distanze delle principali stazioni ferroviarie

Stazione

Altitudine (m)

Distanza (Km.)

Callao

3

0

Lima

150

14

Chosica

859

54

San Bartolomé

1513

76

Matucana

2.389

103

Río Blanco

3.505

134

Ticlio

4.758

171

Galera

4.781

173

Yauli

4.141

193

La Oroya

3.726

222

Jauja

3.552

301

Concepción

3.251

325

Huancayo

3.261

346

Il 22 settembre 1908 diventò una data solenne: quel giorno venne inaugurato il servizio passeggeri tra Lima-La Oroya-Huancayo. Fu la storica locomotiva "Roggerse" che, dalla stazione di Desamparados, rimorchiò tutto il convoglio con a bordo 150 emozionati abitanti di Huancayo diretti alla loro terra. Quando giunsero in paese due giorni dopo furono accolti da festeggiamenti in grande stile: il sogno diventava imponente e mobile realtà. Era il mezzo di trasporto desiderato, il tanto atteso contatto con la costa, il fumante vincolo tra i dimenticati villaggi della sierra centrale disseminati lungo un percorso di 300 chilometri. Oggi il servizio passeggeri è molto ridotto rispetto a un tempo: per i passeggeri sono previste escursioni l'ultimo fine settimana del mese, mentre il servizio giornaliero è dedicato al trasporto dei minerali dalle miniere andine.

PROGRAMMA DI VIAGGIO

1° giorno: ITALIA – LIMA
Partenza dall'Italia con volo di linea per Lima. Arrivo in serata, trasferimento e sistemazione in albergo. Pernottamento in hotel Casa Andina***.

2° giorno: LIMA (pernottamento e prima colazione)
Prima colazione in albergo. Mattinata libera per relax. Nel pomeriggio, visita del centro storico coloniale. Rientro in albergo. Pernottamento.

3° giorno: LIMA – HUANCAYO (pernottamento e prima colazione)
Prima colazione e trasferimento alla stazione di Lima Desamparados: è qui che inizia la incredibile avventura a bordo del treno turistico lungo la ferrovia più alta del mondo: la Lima - La Oroya. Un primo tronco ferroviario, da Lima al Porto del Callao, venne inaugurato nel 1851. Dopo un ventennio di studi, nel 1870, Henri Meiggs vinse l’appalto per la costruzione di una ferrovia a scartamento ordinario ed ad aderenza naturale (senza cremagliera) per raggiungere l’Altipiano, con un progetto a dir poco innovativo, redatto dall’ ingegnere polacco Ernest Malinowski. La ferrovia si ritaglia una strettissima traccia, quasi una mulattiera per i lama, scavata nella roccia a perpendicolo sullo strapiombo, salendo con incredibili pendenze con un sistema innovativo a “zig – zag”. Attraversando arditi ponti, tratti a mezza costa scavati nella roccia, si tocca la quota ferroviaria più alta del mondo, a 4.827 metri di quota per giungere a Ticlio, a quota 4.781, la stazione più alta del mondo, a 158 km da Lima. Poi si scende gradualmente fino a La Oroya, e quindi a Huancayo dove si arriva nel tardo pomeriggio. Servizio di ristoro a bordo da pagarsi in loco. Sistemazione all’hotel Turismo*** e pernottamento.

4° giorno: HUANCAYO - HUANCAVELICA (pernottamento e prima colazione)
Prima colazione e trasferimento alla stazione. Partenza lungo la linea a scartamento ridotto che prosegue fino a Huancavelica, al centro di una regione ricchissima di miniere di cinabro e di mercurio. Il treno è costituito da automotrici che non sono altro che bus su rotaia, per il loro scarso comfort denominati “Tren Macho”. Arrivo e trasferimento all’hotel Presidente***. Pomeriggio a disposizione con auto e autista per visitare i dintorni. Pernottamento.

5° giorno: HUANCAVELICA – AYACUCHO (pernottamento e prima colazione)
Prima colazione e partenza in auto con autista (senza guida) per Ayacucho. La strada da Huancavelica fino a Cusco è interamente sterrata e i tempi di percorrenza sono molto lunghi. All’arrivo sistemazione presso l’Hotel Ayacucho***. Al pomeriggio tempo a disposizione per conoscere la città: Ayacucho si trova sulle Ande centrali a 2.700 m di altitudine, fu fondata dagli spagnoli nel 1539 e fu chiamata San Juan de la Frontera de Huamanga, cambiando il suo nome con l’attuale nel 1824, quando fu proclamata l’indipendenza del Perú. Durante il periodo del Vicereame fu molto prospera, essendo un importante centro minerario e nesso fra la capitale e Cusco. Fu sede della cultura Huari, primo impero andino. Ebbe importante influenza nelle altre culture e regioni. Per piú di dieci anni fu flagellata dal terrorismo, attualmente scomparso dalla zona. Ayacucho é una delle poche città del Perù che conserva intatte grandi case e chiese coloniali. Al visitarla si ha l’impressione che il tempo si sia fermato all’epoca della colonia. In particolare le sue chiese con differenti stili architettoniche conservano tesori di valore incalcolabile.

6° giorno: AYACUCHO (pernottamento e prima colazione)
Prima colazione in albergo. Giornata dedicata ad escursioni nella regione di Ayacucho. Visita al complesso archeologico di Huari, distante 22 km. da Ayacucho, risalente ad una cultura che si sviluppò fra il 700 e 1,200 d.C. e che ha avuto grande influenza in tutta la regione. Dopo la visita alle rovine di Huari, si visita il paese di Quinua (3,396 m.s.l.m.). Il suo nome deriva da "quinua" pianta nativa che cresce sulle Ande ed i cui frutti sono ricchi di calcio e proteine. Questo paese é famoso per le sue ceramiche, conosciute in tutto il mondo.

7° giorno: AYACUCHO – ANDAHUAYLAS (pernottamento e prima colazione)
Prima colazione. Proseguimento in auto con autista (senza guida) per Andahuaylas, situata in una fertile valle del distretto di Apurimac, a 2.900 metri di altitudine. Il percorso di 275 chilometri impegna gran parte della giornata e si snoda attraverso i paesaggi grandiosi delle Ande Centrali offrendo bellissime immagini del mondo rurale andino. Arrivo e sistemazione presso il modesto hotel Encanto de Oro**.

8° giorno: ANDAHUAYLAS – ABANCAY - CUSCO (pernottamento e prima colazione)
Prima colazione in albergo. Da Andahuayllas si viaggia ancora su strade precarie (auto con autista senza guida) in direzione di Abancay, attraverso uno dei territori più elevati del Perù. Da Abancay, in poche ore si raggiunge Cusco, incontrando piccoli villaggi e la tipica fauna andina. Il percorso di circa 300 km impegna l’intera giornata. Sistemazione in hotel Munay Wasi*** e pernottamento.

9° giorno: CUSCO (pernottamento e prima colazione)
Prima colazione in albergo. In mattinata, visita della città e delle rovine vicine di Quenqo, Tambo Machay, Puca Pucara e della fortezza di Sacsayhuaman. Rientro in albergo. Pomeriggio libero per shopping nei numerosi e tipici mercati e per godersi tranquillamente questa splendida città. Pernottamento.

10° giorno: CUSCO - MACHU PICCHU (mezza pensione)
Prima colazione in albergo. Partenza in treno backpacker per la Città Perduta di Machu Picchu. Visita guidata di queste fantastiche rovine. Per i più allenati, eventuale salita al Wayna Picchu, la montagna di fronte, da cui si gode di una spettacolare vista su tutta la zona archeologica. Pranzo. Pernottamento in albergo ad Aguas Calientes, ai piedi della montagna presso l'Hotel Machu Picchu Inn***. Pernottamento.

Mappa della linea Cusco-Ollantaytambo-Machu Picchu Linea Cusco Machu Picchu in treno


11° giorno: MACHU PICCHU – VALLE SACRA (pernottamento e prima colazione)
Prima colazione in albergo. Mattinata libera con possibilità di continuare la visita delle rovine (la guida non è presente in questa giornata / 2° ingresso da pagare in loco). Nel pomeriggio, partenza in treno per Ollantaytambo, e sistemazione in albergo Casona Yucai*** nel cuore della Valle Sacra degli Incas.

12° giorno: VALLE SACRA – CUSCO (mezza pensione)
Dopo la prima colazione, partenza per la visita del tipico mercato di Pisac, dove si potranno fare degli ottimi acquisti tra le coloratissime bancarelle. Pranzo. Nel pomeriggio, visita della fortezza di Ollantaytambo. Costruita ai piedi di una collina, è uno dei più importanti esempi dell'architettura militare degli Incas. Rientro a Cusco e sistemazione in hotel. Pernottamento.

13° giorno: CUSCO - PUNO (mezza pensione)
Dopo la prima colazione, partenza in treno per Juliaca attraversando il maestoso altipiano andino fino a raggiungere le rive del Lago Titicaca. La distanza è di circa 380 km e la durata del viaggio intorno alle 9 ore. Pranzo a bordo. All’arrivo trasferimento e sistemazione in albergo Eco Inn***. Pernottamento.

Mappa della linea Cusco-Puno
Linea Cusco Puno in treno

 
14° giorno: PUNO (mezza pensione)
Dopo la prima colazione, partenza per l'escursione alle Isole Galleggianti degli Uros, sul Lago Titicaca. Queste isole, formate da strati di "totora" (giunco che cresce in abbondanza nel lago), sono abitate dai discendenti di una antica razza chiamata Uros. Pranzo box-lunch incluso. Visita inoltre dell'Isola di Taquile, conosciuta per la sua particolare bellezza e per la fertilità delle sue terre e terrazze. Gli abitanti conservano tuttora le abitudini e le usanze dei loro antenati. Rientro a Puno nel tardo pomeriggio. Pernottamento in albergo.

15° giorno: PUNO – LIMA (pernottamento e prima colazione)
Prima colazione in albergo. Trasferimento in tempo utile in aeroporto, visitando lungo il percorso la necropoli di Sillustani. Partenza con volo per Lima. Arrivo, trasferimento e sistemazione in albergo. Pernottamento.

16° giorno: LIMA – ITALIA (pernottamento e prima colazione)
Prima colazione in albergo. Trasferimento in tempo utile in aeroporto e partenza con volo di linea per l'Italia. Pasti e pernottamento a bordo.

17° giorno: ITALIA
Arrivo in Italia in mattinata. Fine del viaggio.

Partenze e Quote

 
17 giorni/14 notti

Partenze individuali ogni MERCOLEDI’ con assistenza di guide locali parlanti spagnolo/inglese

Quota individuale di partecipazione

a partire da € 3.700 a persona

Quota valida al raggiungimento dei 2 partecipanti
 

 

 

Per informazioni o prenotazioni scrivi ad atacama@atacama.it
oppure chiama i nostri operatori al numero 030 8922696